Nello Petrucci | Bio
Nello Petrucci, Artist, Street Art,
443
page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,page,page-id-443,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,qode_popup_menu_push_text_top,qode-content-sidebar-responsive,columns-4,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-13.5,qode-theme-np,disabled_footer_top,wpb-js-composer js-comp-ver-5.2.1,vc_responsive

NELLO PETRUCCI

“con lo strappo provo una certa forma di liberazione …
in quel momento la mia coscienza si separa dal mio pensiero, e man mano ricompongo un puzzle, quel puzzle intinto di inconscio, di impressioni e mistiche osservazioni dello specchio del mondo…
Comporre è un mio dovere, la strada della ricerca… “

Nello Petrucci is an Italian artist (1981-), he lives and works in Pompeii and New York. After a film career in Rome where he obtained his studies in Film Director and gained work experience with directors such as Martin Scorsese, Ari Taub, Manetti Bros, Alan Taylor, etc. he carries out various independent projects. From short films, video-art to independent films and received numerous prizes for his work. He moved to Dublin for a short time, during which he met numerous artists. After that he started to look at the art world when he began his artistic career.

 

He returned to Rome and then to Naples where he attended the Academy of Fine Arts.

 

From the cinematographic experience comes the inspiration for the visual arts: in fact, due to his great sensitivity as a true artist, these become the prime subjects for his imagination and develops the great technical ability by starting a new path. Composing fragments in a universe in full motion (collagé and decollagè) and finally overlapping the images in order to create a world visible from many points of view: the result is simply exceptional rarity; One of the dominant features of the works he realizes is that of a great dynamism: all the images seem to rotate in a universe that emanates a strong energy.

 

The same energy that he recalls in his work, his vision of the world and given by connection that we relate to it, how we are strongly connected between us and our actions, just as it is in his works …

 

In a recent interview he declared his strong appeal to the Gallileo Galilei citing one of his most beautiful phrases: “Things are united by invisible bonds, you can not pick a flower without disturbing a star” .

 


 

Nello Petrucci è un artista e filmmaker italiano, vive e lavora a Pompei alternandosi a New York. Dopo un percorso cinematografico a Roma dove ha conseguito gli studi di cinematografica e maturando esperienze lavorative con i registi come , Martin Scorsese, Ari Taub, Manetti Bros, Alan Taylor, ecc. realizza vari progetti indipendenti. Dai cortometraggi, video art a film indipendenti ricevendo numerosi premi. Si trasferisce per un breve periodo a Dublino durante il quale incontra numerosi artisti, inizia cosi ad affacciarsi al mondo dell’arte, iniziando il suo percorso artistico, torna a Roma e poi a Napoli dove frequenta l’Accademia delle Belle Arti  con l’indirizzo scenografia, con lo stesso professore regista Antonio Capuano realizzano all’interno dell’ Accademia un film indipendente.

 

Dall’esperienza cinematografica nasce lo spunto per le arti visive: infatti, per la sua grande sensibilità di Vero artista, queste divengono materiaprima per la sua fantasia e sviluppa la grande capacità tecnica avviandosi ad un percorso nuovo. Comporre dei frammenti  in un universo in pieno movimento (collagè e decollagè) ed infine sovrapporre le immagi in modo da creare un mondo, un linguaggio cinetico, fatto di incroci, di intrezioni, il risultato è semplicemente rarità eccezionale;

 

Una delle caratteristiche dominanti delle opere che realizza, è quella di un grande dinamismo: tutte le immagini sembrano ruotare in un universo che sprigiona una forte energia, quella stessa energia che l’artista richiama nel suo lavoro, la sua visione del mondo e data dalla connessione che abbiamo relazionandoci ad esso, e di come siamo fortemente  ognuno collegato all’altro, in ogni singolo istante… e fra le nostre azioni, proprio come esattamente nei suoi lavori…

 

In una sua recente intervista ha dichiarato la sua forte attrazione per lo studioso Gallileo Galilei citando una delle sue frasi più belle: “Le cose sono unite da legami invisibili, non puoi cogliere un fiore senza turbare una stella…”